Testi Critici

“Le ali della materia”

Punto d’incontro tra visibile e invisibile, le opere di Matilde Mancini suggeriscono una metamorfosi psichica, l’idea di un’evoluzione costante delle forme e la possibilità di accedere a nuove esperienze cognitive ed emotive. Nei suoi lavori esiste un emozionante desiderio di ricomposizione identitaria e di fusione con una parte della natura che non vuole rassegnarsi alla morte e la combatte nel segno di una trasformazione continua. Una mostra, quella dei suoi 30 lavori, che assume in sé il paradosso e la…

>>>

“Idea, materia, gesto”

Accolgo con grande piacere questa mostra, per me particolarmente significativa per diverse ragioni. E’ la prima volta tra le iniziative di Micro che dedico una personale interamente alla scultura, novità a cui do inizio con la scelta di un’artista eclettica e multiforme come Matilde Mancini, che ha un percorso alle spalle decisamente interessante. Altrettanto grande è l’onore di essere affiancata nel lavoro di curatrice da una personalità come Bruna Condoleo. In poco meno di trenta opere è racchiuso tutto l’universo…

>>>

“Pelle di donna”

Permeata da una sensibilità femminile che coniuga senza contrasti l’innata vis espressiva con la leggerezza lineare, l’arte di Matilde Mancini, superando l’angusto spazio bidimensionale della tela, abbraccia il tutto tondo della scultura per imprigionare e assieme disvelare il mistero di antichi e nuovi miti di cui si alimenta il suo pensiero. Ecco nascere la ricerca ansiosa di una diversa dimensione esistenziale in “Frammenti di volo III”,  la struggente identificazione con la natura in “Io ero un uccello”, la persistenza di…

>>>

“Empatia ed Eros nella sua scultura”

Nell’incontrare l’opera scultorea di Matilde Mancini si ammira un altero lirismo, la freschezza della sua ispirazione, e tutto ciò che di potente e di forte spiritualità c’è nei suoi lavori. La scultrice fa parte di quella schiera di artisti che, sin dalla neoavanguardia italiana, si sono affermati nel panorama dell’arte per quel desiderio di guardare alla tradizione e di ricercare nuove forme espressive. Nella sua opera, e in particolare nella produzione degli anni fra il 1995 e il 2000, notiamo…

>>>

“Soffio vitale”

Di fronte alle sculture di Matilde Mancini, modellate nel legno d’olivo, tra un turbinio di stimoli visivi ed emotivi la mente s’inganna nel percepire l’attimo dell’evento: le forme si avvitano nello spazio, il vuoto acquista solidità, il tempo dell’immagine si prolunga a dismisura nel rapido fluire della luce. L’Artista fonde il carisma degli antichi con la sensibilità dei moderni: dalle sue opere traspare un desiderio d’immersione panica nel creato, nato dalla consapevolezza che in ogni organismo vivente esista un fermento…

>>>

“Frammenti di volo”

Una poesia, un romanzo, un’opera d’arte fa emozionare e commuovere. L’arte, si sa, apre sempre a nuovi orizzonti, lascia scoprire noi stessi, immersi nel mare della speranza. E’ così che Matilde Mancini, ispirata dalla poesia, musa ispiratrice di tutte le arti, e dalla magia che essa evoca, si lascia rapire dai versi di Alda Merini per realizzare opere di grande forza ed empatiche. Un piacere sinestetico avvolge e spinge a entrare in galleria per incontrare da vicino la sue recenti…

>>>